giovedì 6 gennaio 2011

Rilanci

Cari amici, dopo i vostri bilanci e sbilanci per il passato 2010 non potevo sottrarmi al gioco.
Ma più che di (s)bi-lanci direi che per me è tempo di ri-lanci.
Perché se il 2011 dovesse essere come il 2010, bhé...


E non mi si tacci anche stavolta di prolissità!
;-)

6 commenti:

Alessandro ha detto...

di prolissità no, ma di drammatizzazione sì....

PS: mio fratello tiene in bella evidenza in camera sua un quadro (fatto da una sua ex) raffigurante l'immagine del post

biri ha detto...

maddai che si ironizza: di forca sì, ma pur sempre umore è.
e poi è un omaggio al fantastico takeshi kitano, di cui questa estate ho avuto la fortuna di visitare la mostra alla Fondazione Cartier di Parigi (uno degli edifici più belli della città).
vedi come la prolissità la recupero in un attimo?
:-)

p.s.
tuo fratello e la sua ex morosa hanno gusto.

- ES - ha detto...

Molto diretto.
Foto drammatica...ma col sorriso!

Più drammatico il quadro della "EX" che forse voleva dire qualcosa al suo amato...che non ha colto...e oggi è un ex-amato.
A meno che non fosse stato commissionato alla "ex" e allora il gioco delle parti si inverte...

:-(
8-)

Alessandro ha detto...

il quadro fu proprio su commissione....
resta il fatto che ai miei viene un colpo ogni volta che entrano nella sua camera...

carlos brigante ha detto...

Ogni volta che vedo l'immagine di Murakawa/Kitano mi sento "tirato in casua". Kitano è uno dei miei registi preferiti (ho visto tutto tranne l'ultimissimo OUTRAGE presentato a Cannes 2010); Murakawa è uno dei personaggi più belli e sfaccettati mai visti sul grande schermo; SONATINE è un gioiello della 7° Arte.

La sua immagine svetta in camera mia a fianco del letto, oltre che sul mio cellulare... con buona pace dei miei genitori (che ovviamente non possono cogliere il senso dell'immagine)...una vera ed (in)sana passione/ossessione...
Per il resto fu l'unica cosa decente fatta dalla mia ex ah ah...

Buon 2011...

biri ha detto...

caro carlos, mi inchino alle tue sagge e rinfrescanti parole.
quando vidi sonatine la prima volta, trasmesso a un'ora improbabile da rai 3 con lo zampino del buon ghezzi (ormai millenni fa), ne restai folgorato.
da allora ho amato kitano, anche se purtroppo sono rimasto a zatoichi e mi sono perso tutto il resto.
un giorno recupererò, ma passerà ancora del tempo: sono film da assaporare nella dovuta maniera.

buon 2011 anche a te.
e 尊敬 (spero si scriva così) per il tuo quadro.