venerdì 26 novembre 2010

Mister X

Mister X non ha bisogno di presentazioni. Paul Pope ha pubblicato e commentato sul suo blog le prime tre tavole del fumetto di Dean Motter, disegnate da Paul Rivoche.

2 commenti:

- ES - ha detto...

Pagine stupende.
Che bianco e nero e che impatto visivo.
Che classe.

E poi, quanto era intrigante e surreale MISTER X?

biri ha detto...

sì, però ti confesso che il fumetto in sé non mi ha mai pienamente convinto.
bello, ma...
l'idea era senz'altro strepitosa e con potenzialità enormi, ma ho sempre trovato un abisso tra il mileu e la sua rappresentazione.
insomma, tutto portava a immaginare radiant city come un'iper-manhattan anni trenta; ma nelle mani degli hernandez sembrava piuttosto di trovarsi nella miami anni cinquanta.
io mister x l'avrei visto bene disegnato dal sienkiewicz fotorealistico del primo numero dell'abortito "big numbers".
detto ciò, a mio avviso resta comunque un buonissimo fumetto che più che altro ha risentito della vita editoriale piuttosto travagliata...