martedì 14 ottobre 2008

Grande Guerra a Fiume Veneto

Dal volantino dell'iniziativa:

Venerdì 24 ottobre 2008 ore 20.30
Incontro pubblico
LA GRANDE GUERRA: DALLE FOTO D’EPOCA AL FUMETTO

A novant'anni dalla battaglia di Vittorio Veneto, che segnò di fatto la fine della Prima Guerra Mondiale sul fronte italiano, Officina Flumen organizza una serata per ricordare e riflettere sulle cause e gli orrori di una delle più grandi tragedie del Novecento.
Non necessariamente la Storia deve essere affrontata in maniera strettamente accademica. Claudio Zanier parlerà della Grande Guerra in una prospettiva che unisce il rigore storico all'intento divulgativo, supportato da un'ampia galleria di immagini che vanno dalle fotografie d'epoca ai grandi classici del fumetto europeo che hanno trattato questo impegnativo argomento (Pratt, Toppi, Tardi e altri).
Da sempre la narrazione è il principale veicolo per tramandare la memoria. Si parlerà dunque della Storia anche attraverso la (micro)storia immaginaria, raccontata a fumetti, del fante Corrado Degli Esposti, vittima di circostanze più grandi di lui, protagonista del libro La Grande Guerra. Storia di Nessuno. Il romanzo grafico, scritto da Alessandro Di Virgilio, verrà presentato in questa occasione dal suo co-autore, il [bravo, bravissimo n.d.r.] disegnatore Davide Pascutti.
Sarà inoltre presente l'Editore per illustrare al pubblico le ragioni di una coraggiosa scelta di impegno civile, non scontata nell'attuale e incerto panorama nazionale della letteratura sequenziale.
Conduce la serata Loris Padoani.

Sabato 25 ottobre 2008 ore 20.30
Spettacolo teatrale
ad ingresso libero
LUIGI MARDEGAN in
MATO DE GUERA

Officina Flumen in collaborazione con il Comune di Fiume Veneto propone, presso la nuova palestra della Casa dello Studente, lo spettacolo teatrale Mato de Guera di Gian Domenico Mazzocato con Luigi Mardegan messo in scena da Satiro teatro.
E’ decisamente un appuntamento con la Storia, con quella che ha segnato le nostre contrade e che vive nella nostra memoria collettiva. Luigi Mardegan veste i panni del fante Ugo Vardanega uscito dalla guerra con la testa “a ramengo” e ricoverato in un manicomio.
E’ il dramma della guerra e della follia, una demenzialità a tratti buffa ed esilarante, ma anche terribile e devastante. Uno spettacolo di teatro della memoria in cui la rievocazione della Grande Guerra passa attraverso una narrazione cruda, costellata di parole della verità al tempo stesso commovente e coinvolgente. E alla fine allo spettatore resterà davvero il dubbio se il matto era il povero Vardanega o chi lo aveva mandato a fare la guerra.
Gigi Mardegan dà a questo ‘mato de guera’ una forza incredibile di verità e di poesia. L’attore trevigiano, con questa interpretazione, si è fatto apprezzare dal pubblico e dalla stampa nazionale ed europea.

Entrambe le iniziative avranno luogo alla Casa dello Studente di Fiume Veneto (PN) in via San Francesco 37

Nessun commento: