mercoledì 16 aprile 2008

Post-elettorale

Sono reduce da quattro giorni di partecipazione alle operazioni elettorali in qualità di segretario di seggio.

Non intendo commentare i risultati elettorali.
Né definire con l'aggettivo più appropriato le manifestazioni di "protesta" di alcuni elettori che evidentemente confondono la complicazione delle operazioni di seggio con il dissenso nei confronti del sistema.

Ci tengo però a denunciare il VERGOGNOSO comportamento di alcuni rappresentanti di lista che hanno avanzato contestazioni del tutto sterili durante le operazioni di scrutinio.
Contestazioni talmente strumentali da non essere nemmeno contemplate, come casistica, nei verbali delle operazioni stesse e dunque impossibili da recepire da parte dei sistemi di verifica e controllo automatico dei Comuni e delle Prefetture.

Per fortuna i rappresentanti di lista del mio (nostro) seggio si sono comportati correttamente senza ubbidire agli ordini di scuderia impartiti dall'alto.
Ma non è andata così dappertutto.
Ho visto un giovane Presidente di seggio, abbandonato a sé stesso dall'ufficio elettorale, crollare sotto la pressione psicologica esercitata da questi individui senza scrupoli che in quattro giorni avevano creato un clima di tensione francamente incomprensibile.

Ho solo una parola per questi raccattatori di voti: VERGOGNA!

Nessun commento: